Erano entrate nella storia dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli le giornate di formazione con il barman di fama internazionale Giorgio Rocchino. Il 18 e 19 dicembre dello scorso anno, grazie all’organizzazione e al coordinamento dei Docenti di Sala Prof. Bruno Mazzeo e Prof.ssa Donatella Di Matteo, Giorgio Rocchino era venuto a Ladispoli per insegnare agli allievi dell’Alberghiero di via Federici tutti i segreti dell’arte della mixology e del bartending: due lezioni pratiche e dimostrative, durante le quali Giorgio Rocchino aveva entusiasmato l’uditorio degli studenti di via Federici. Forte di numerosissimi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali, Giorgio Rocchino è il barman personale del Principe di Monaco.

“Ho cominciato da zero, come voi. aveva spiegato Giorgio Rocchino agli allievi Sono felicissimo di essere oggi davanti a studenti di un Istituto Alberghiero, perché anche io ho frequentato, a Torino, una scuola come la vostra. Il segreto del successo sta nell’umiltà, nell’amore per il proprio lavoro, nella passione e, soprattutto, nel desiderio di imparare. “Rubate con gli occhi” da chi ha più esperienzaaveva continuato Giorgio Rocchino Io ho iniziato la mia carriera portando piatti in un Hotel cinque stelle di Torino per diverse ore al giorno. Ma la sera, finito il lavoro, mi fermavo a rubare i segreti del barman perché mi affascinava la poesia dello shaker. Lasciatevi guidare dall’umiltà e dalla passione e puntate sempre all’eccellenza” – aveva concluso Giorgio Rocchino, nel salutare gli studenti.

E pochi giorni fa è arrivata la sensazionale notizia: come aveva promesso, prima di ripartire, uno studente dell’Alberghiero, fra i più meritevoli, avrà la possibilità di svolgere uno stage di sei mesi, a partire dal 1° agosto, a Beausoleil. Emanuele Podda partirà dunque fra un mese alla volta del Principato di Monco, accompagnato dal Prof. Bruno Mazzeo. “Si tratta di un’occasione unica di crescita professionale e umana – ha commentato il Docente di Sala dell’Istituto Alberghiero di via Federici – Ringraziamo Giorgio Rocchino e lo invitiamo di nuovo a Ladispoli per ricambiare la sua straordinaria ospitalità”.